Piante carnivore, guida completa alla cura

share

Share on facebook
Share on google
Share on pinterest
Share on whatsapp
piante carnivore

Tutti noi siamo spesso stupiti quando guardiamo le piante carnivore, che sembrano spaventose e affascinanti allo stesso tempo. Sono divertenti e interessanti da mantenere, ma sai come prenderti cura di loro? Anche se non sono piante per principianti, puoi sempre iniziare e poi imparare e migliorare le tue abilità. In questo articolo condivideremo suggerimenti su come scegliere e prendersi cura di una pianta carnivora. Risponderemo a domande sul suolo e sulla scelta dei vasi, sull’alimentazione, sulla dormienza e l’umidità, sui parassiti le malattie e molto altro ancora.

Cosa sono le piante carnivore e quali tipi ci sono?

Le piante carnivore, alcune persone le chiamano addirittura piante cannibali, provengono da diverse aree del mondo e crescono in luoghi in cui di solito mancano di una corretta alimentazione dal suolo. Queste piante catturano e digeriscono insetti e altri organismi per compensare la mancanza di nutrimento dal suolo. Esistono diversi tipi di piante carnivore che hanno vari sistemi di trappole per catturare insetti e protozoi per soddisfare le loro esigenze nutrizionali. I sistemi di trappola includono sostanze appiccicose, trappole a scatto e trappole per vescica, fino alle trappole aragosta (il cui nome deriva dal principio di funzionamento utilizzato dai pescatori per le aragoste).

piante carnivore

Quali sono i tipi più popolari di piante carnivore da coltivare?

– Drosera, ci sono molte varietà e ognuna con una specifica esigenza di cura

– Butterworts o Pinguicula

– Dionea Venere acchiappamosche

– Piante brocche, tra cui:

°  Nepenthes  – ci sono circa 150-160 specie

° Heliamphora – 23 specie

° Sarracenia – 8-11 specie

° Cephalotus follicularis

– Bladderworts o Utricularia – circa 230 specie

– La pianta Cobra , o Darlingtonia californica,

Di quale terreno hanno bisogno?

Il miglior tipo di terreno per le piante carnivore è un mix di torba e sabbia (proporzione 1: 1). Puoi anche usare il muschio di torba 4:1 e perlite. C’è un terriccio preparato che puoi acquistare appositamente per loro. Assicurati che il terreno sia privo di minerali e non utilizzare la sabbia della spiaggia.

Quale vaso usare per le piante carnivore?

La maggior parte delle piante carnivore sta bene nei vasi di plastica. A seconda del tipo di pianta, potrebbe essere necessario un vaso ­­con fori per il drenaggio. La maggior parte ha bisogno di un terreno umido e ben drenato. Puoi anche usare vasi di argilla.

Come si annaffiano le piante carnivore?

E quale acqua usare per le piante carnivore?

A parte qualche attenzione specifica, le regole generali sono molto simili per tutte. La cosa principale che devi ricordare è che non devi innaffiare la tua pianta carnivora con acqua di rubinetto, o acqua minerale in bottiglia. Questo perché l’acqua di queste fonti è dura e contiene sali minerali disciolti di cui la tua pianta carnivora non ha bisogno nel terreno. Nell’ambiente naturale, le piante carnivore vivono in condizioni in cui l’acqua è molto povera di nutrienti e sali minerali disciolti, come sodio e calcio. Se continui ad annaffiare la tua pianta carnivora con acqua di rubinetto o minerale, il terreno accumulerà i sali e la pianta alla fine morirà. Usa solo acqua purificata, distillata, demineralizzata o acqua piovana naturale.

Leggi anche: Maranta leuconeura, une delle più belle piante da interno

Le piante carnivore diventano dormienti in inverno?

Sì, le maggior parte delle piante carnivore diventano inattive in inverno. Questo perché le giornate si accorciano e le temperature si abbassano, ma ne esistono però anche alcune che diventano inattive in estate (come le drosere australiane). Durante il periodo dormiente, le piante carnivore smettono di crescere e diventano completamente inattive. La cosa principale da fare è posizionare la pianta in un luogo fresco in inverno e nasconderla da troppa luce solare o luce artificiale.

Nel periodo dormiente se noti che la tua pianta carnivora sta perdendo le foglie, non preoccuparti, potrebbe essere normale e le foglie ricresceranno in primavera o in estate. Un altro errore comune è posizionare la pianta all’ombra o in un luogo fresco in estate quando è attiva. Questo costringerà la tua pianta carnivora a diventare dormiente quando non dovrebbe.

Cosa e come nutrire le piante carnivore?

Nutrire la tua pianta carnivora è molto divertente. Hanno bisogno di cibo per ottenere i nutrienti che possono utilizzare per la crescita, poiché non li ottengono dal terreno. Non nutrire le tue piante carnivore con carne o dolci, altrimenti ammuffirà o si ammalerà e ricorda che dovrai nutrirla solo se la tieni in casa, mentre se è fuori si prenderà cura da sola di se stessa, catturando gli insetti che per godersi il loro nettare cadranno in trappola. Alcune piante riusciranno persino a catturare insetti all’interno della casa, quindi assicurati di controllarli.

Il miglior tipo di cibo per nutrire le tue piante carnivore sono i grilli liofilizzati o i vermi della farina . Questi di solito sono disponibili per i rettili e talvolta sono fortificati con vitamine. Bagna leggermente il cibo prima di nutrire la tua pianta. Metti l’insetto nella trappola e se i lobi non si chiudono, devi innescare i peli che ci sono all’interno. Usa qualcosa di sottile e piccolo per innescare i peli. Assicurati che la preda sia molto più piccola della trappola, circa il 30-40% delle dimensioni. Nutri la tua pianta carnivora solo una o due volte a settimana (dipende dalle dimensioni di una preda). Un grosso grillo o verme è sufficiente per una settimana.

Devo concimare la mia pianta carnivora?

La maggior parte delle piante carnivore non ha bisogno di fertilizzanti se intrappola abbastanza cibo o se le nutri regolarmente. Il cibo una volta alla settimana fornisce alle piante carnivore abbastanza nutrienti.

Se pensi che la tua pianta non riceva abbastanza cibo e sembra debole e malata, puoi concimarla una volta al mese se vuoi una pianta più sana o se non vuoi dargli da mangiare insetti.

Se decidi di concimare la tua pianta carnivora, ricorda che non devi spruzzare alcuna soluzione fertilizzante sul terreno, ma devi preparare una soluzione diluita da spruzzare sulle foglie. Queste piante sono state create in modo che ottengano tutti i loro nutrienti attraverso le foglie, mentre il terreno dovrebbe rimanere povero di sostanze nutritive. L’unica eccezione quando puoi concimare il terreno è quando il terreno stesso della pianta ha un ottimo drenaggio.

I fertilizzanti che puoi usare per le tue piante carnivore sono quelli per le orchidee.

Quali parassiti e malattie possono attaccare le piante carnivore?

Esistono vari tipi di parassiti che possono attaccare le tue piante carnivore. Il tipo di parassiti o malattie che si verificano sulla pianta possono dipendere da diversi fattori, come i livelli di umidità, l’uso di fertilizzanti e la presenza di foglie morte.

Un buon modo per rilevare qualsiasi tipo di insetto è mettere un foglio bianco sotto la pianta, scuoterne le foglie e poi analizzare gli insetti che cadono sulla carta

Di quali livelli di umidità hanno bisogno le piante carnivore?

Come accennato prima, le piante carnivore amano l’umidità e nella maggior parte dei casi è necessario lasciarle in un vassoio con acqua. Assicurati che l’umidità nella stanza o nella serra sia medio-alta per loro.

Lo stesso vale per un terrario, ma non scegliere terrari chiusi perché troppa umidità causerà la formazione di muffe. Puoi anche usare un umidificatore in una stanza per aumentare l’umidità.

Puoi coltivare piante carnivore all’aperto?

Sì, in alcuni casi puoi coltivarli all’aperto se il clima è adatto alla pianta. Assicurati di leggere le schede di cura individuali per determinare il clima e le temperature richieste per la tua pianta carnivora.

 

Spero che questo articolo ti abbia aiutato a rispondere alla maggior parte delle tue domande sulla cura delle piante carnivore

Fleur Garden

Fleur Garden

La Boutique del Verde

Lascia un commento

Chi Siamo

Da sempre, siamo un giardino nel cuore di Roma, a Trastevere, specializzato nella ricercatezza del verde e del green decor.

Follow Us

Post Recenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

Contattaci su WhatsApp

Presto online, la nostra Boutique!

SCRIVICI PER SAPERNE DI PIù