Maranta leuconeura, une delle più belle piante da interno

share

Share on facebook
Share on google
Share on pinterest
Share on whatsapp
maranta

La Maranta leuconeura è anche conosciuta come la pianta della preghiera. Una volta calata la sera, questo nativo brasiliano a crescita bassa, ha l’abitudine di sollevare le foglie in posizione verticale e piegarle come in preghiera.  Prende il nome da Bartolomeo Maranta, medico e botanico italiano del XVI secolo. La straordinaria bellezza della specie maranta leuconeura la rende una pianta d’appartamento molto amata e comune. Gli amanti delle piante apprezzano le foglie straordinariamente belle della pianta di Maranta. Ha foglie larghe ovali con un range di variegatura, a seconda della varietà. Nelle foreste pluviali in cui ha origine, la pianta della maranta fiorisce in primavera con piccoli fiori bianchi. Anche se questo accade raramente in casa, la pianta di maranta è una delle piante da interno più belle che puoi coltivare.

Maranta e Calathea

Il termine “pianta della preghiera” spesso è utilizzato anche per la calathea. La famiglia delle marantaceae comprende il genere calathea, quindi sono strettamente imparentate. La cura della maranta e della calathea sono abbastanza simili.

Maranta, suggerimenti per la cura

La cura delle piante di preghiera non è difficile se affronti le sue esigenze specifiche. Essendo una pianta tropicale, ha requisiti distinti di umidità, temperatura e acqua. Tutte le specie di maranta leuconeura richiedono le stesse cure e crescono meglio quando vengono create condizioni molto simili a una serra. Le linee guida per la cura riportate di seguito ti aiuteranno a mantenere la tua pianta sana. Sono piante tropicali e quindi crescono meglio a temperature calde, tra 18 e 21 ° C. Non possono sopportare temperature estreme. Se è troppo caldo, le foglie diventeranno scure a causa della combustione. Temperature inferiori a 12 ° C invece, potrebbero danneggiare le foglie, che si restringeranno e diventeranno marroni.

La luce

Questa pianta è generalmente tollerante alle aree di scarsa illuminazione. Tuttavia, le foglie non si apriranno completamente durante il giorno se non c’è abbastanza luce. Attenzione alla luce solare diretta però, perché può bruciarne le foglie o farne sbiadire il colore. Predilige la luce solare intensa ma indiretta. In inverno invece, la luce dovrebbe essere un po’ più intensa, ma attenzione a mantenerla attenuata se esposta direttamente.

L’acqua

La Maranta dovrebbe essere annaffiata generosamente. Mantieni il terreno sempre umido, ma non lasciarlo mai inzuppare. Durante l’irrigazione utilizza acqua calda o almeno a temperatura ambiente. Nei mesi invernali puoi ridurre le annaffiature, ma senza mai lasciare asciugare completamente il terreno. Conserva la pianta in un contenitore largo e poco profondo con fori di drenaggio sul fondo. Le sue radici sottili e poco profonde sono suscettibili al marciume radicale. Sia il terreno di semina che il contenitore devono drenare bene. Un terreno di semina composto da due parti di torba, una parte di terriccio e una parte di sabbia garantirà un buon drenaggio.

Tieni presente che queste piante prosperano in condizioni tropicali. Una nebulizzazione quotidiana può aiutare a fornire alla pianta l’umidità di cui ha bisogno che potrebbe non essere presente nella tua casa. Puoi anche posizionare un contenitore d’acqua vicino alla pianta, poiché l’acqua che evapora aumenterà l’umidità.

Leggi anche: Banano, 10 consigli da sapere sulla pianta di banano

Talee

La propagazione delle piante di preghiera è sorprendentemente facile. Tutto quello che devi fare è tagliare uno stelo sotto un nodo fogliare (appunto una talea). Immergi il taglio in un ormone radicante e mettilo in un bicchiere di acqua distillata, assicurandoti di cambiarlo ogni giorno. Aspetta che le radici siano lunghe circa un pollice prima di rimuoverle e metterle nel terreno. Puoi anche inserire il taglio direttamente nel terriccio. Mantieni il terreno umido e nebulizza la pianta di tanto in tanto. Non dovresti aver bisogno di rinvasare spesso la tua pianta di preghiera. Tuttavia, le piante di preghiera crescono già lentamente e la crescita potrebbe interrompersi se si legano alle radici nel vaso. Scegli un vaso più largo di uno o due pollici rispetto a quello esistente. Rimuovilo semplicemente dal vaso attuale e mettilo nel nuovo vaso con un po ‘di miscela di terra in più.

La cura

Pulire le foglie di tanto in tanto con un panno asciutto per tenerle libere dalla polvere. Gli acari di ragno sono i più comuni colpevoli dei parassiti. Saprai che la tua pianta di preghiera potrebbe essere attaccata dagli acari se noti piccoli punti neri. Le foglie infestate da acari possono anche essere ricoperte da una fettuccia bianca e presentare macchie secche gialle o marroni. La buona notizia è che gli acari non amano l’elevata umidità necessaria per mantenere bene la vostra Maranta. Quindi dovresti evitarli se ti prendi cura della tua pianta.

Se noti piccole macchie bagnate d’acqua sulle foglie, la probabile causa è una malattia fungina chiamata Macchia fogliare di elminto. Un’applicazione di olio di neem ucciderà qualsiasi malattia attiva, ma dovrai smettere di annaffiare eccessivamente la pianta ed evitare che le foglie si bagnino troppo.

Maranta, un ultimo consiglio

La pianta non è velenosa per l’uomo. Ed è anche atossica per cani e gatti, quindi decora la tua casa con loro senza preoccupazioni!

 

Fleur Garden

Fleur Garden

La Boutique del Verde

Lascia un commento

Chi Siamo

Da sempre, siamo un giardino nel cuore di Roma, a Trastevere, specializzato nella ricercatezza del verde e del green decor.

Follow Us

Post Recenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

Contattaci su WhatsApp

Presto online, la nostra Boutique!

SCRIVICI PER SAPERNE DI PIù